Curcuma e curcumina i 10 benefici che hanno sulla salute

Che cos’è la curcuma i suoi benefici e le proprietà benefiche che ha sul nostro corpo.

La curcuma può essere l’integratore alimentare più efficace esistente. Molti studi approfonditi mostrano che ha grandi benefici per il corpo e il cervello.

Ecco i 10 principali benefici per la salute a base di curcuma.  La curcuma in polvere e radice “. La curcuma è la spezia che dà al curry il suo colore giallo è stato usato in India per migliaia di anni come erba aromatica e medicinale.

Recentemente, la scienza ha iniziato a sostenere ciò che gli indiani hanno conosciuto da molto tempo … contiene davvero composti con proprietà medicinali (1).

Questi composti sono chiamati curcuminoidi, il più importante dei quali è la curcumina.

La curcumina è la principale ingrediente in curcuma. Ha potenti effetti anti-infiammatori ed è un antiossidante molto forte.

Tuttavia, il contenuto di curcumina della curcuma non è così alto … è circa il 3%, in peso (2).

Gran parte degli studi su questa erba utilizza estratti di curcuma che contengono principalmente la curcumina stessa, con dosaggi generalmente superiori a 1 grammo al giorno. Sarebbe molto difficile raggiungere questi livelli usando solo la spezia di curcuma nei cibi.

Pertanto, se vuoi sperimentare gli effetti completi, allora devi prendere un estratto che contenga quantità significative di curcumina.

Sfortunatamente, la curcumina è scarsamente assorbita nel flusso sanguigno quindi puoi si può facilitare l’assorbimento consumando pepe nero che contiene piperina … una sostanza naturale che migliora l’assorbimento della curcumina del 2000%.

La curcumina è anche liposolubile, quindi può essere una buona idea prenderla con un pasto grasso.

Riepilogo: La curcuma contiene curcumina, una sostanza con potenti antiinfiammatori e proprietà antiossidanti. La maggior parte degli studi ha usato estratti di curcuma standardizzati per includere grandi quantità di curcumina.

Approfondisci qui.

La curcuma previene l’infiammazione

L’infiammazione è incredibilmente importante. Aiuta il corpo a combattere gli invasori stranieri e ha anche un ruolo nella riparazione dei danni.

Senza infiammazione i patogeni come i batteri potrebbero facilmente prendere il sopravvento sui nostri corpi e ucciderci.

Anche se l’infiammazione acuta (a breve termine) è benefica, può diventare un grave problema quando è cronica (a lungo termine) e dispiegata in modo inappropriato contro i tessuti del corpo. Si ritiene ora che l’infiammazione cronica a basso livello svolga un ruolo importante in quasi tutte le malattie croniche occidentali. Ciò include malattie cardiache, cancro, sindrome metabolica, morbo di Alzheimer e varie condizioni degenerative (4, 5, 6).

Pertanto, tutto ciò che può aiutare a combattere l’infiammazione cronica è di potenziale importanza nella prevenzione e persino nel trattamento di queste malattie. Si scopre che la curcumina è fortemente anti-infiammatoria, è così potente da corrispondere all’efficacia di alcuni farmaci anti-infiammatori (7).

La curcumina in realtà si rivolge a più passaggi nella via infiammatoria, a livello molecolare.  La curcumina blocca NF-kB, una molecola che viaggia nei nuclei delle cellule e attiva i geni legati all’infiammazione. Si ritiene che l’NF-kB svolga un ruolo importante in molte malattie croniche (8, 9).

Senza entrare nei dettagli cruenti (l’infiammazione è estremamente complicata), la chiave è che la curcumina è una sostanza bioattiva che combatte l’infiammazione a livello molecolare (10, 11, 12).

In diversi studi, la sua potenza ha paragonato favorevolmente farmaci antinfiammatori … eccetto senza effetti collaterali (13, 14).

Riepilogo: L’infiammazione cronica è nota per contribuire a molte malattie occidentali comuni. La curcumina può inibire molte molecole note per svolgere ruoli importanti nell’infiammazione.

Gli effetti antiossidanti della curcuma

Si ritiene che il danno ossidativo sia uno dei meccanismi alla base dell’invecchiamento e di molte malattie.

Coinvolge radicali liberi, molecole altamente reattive con elettroni spaiati.

I radicali liberi tendono a reagire con importanti sostanze organiche, come acidi grassi, proteine ​​o DNA.

La ragione principale per cui gli antiossidanti sono così benefici è che proteggono i nostri corpi dai radicali liberi.

La curcumina sembra essere un potente antiossidante che può neutralizzare i radicali liberi a causa della sua struttura chimica (15, 16).

Ma la curcumina aumenta anche l’attività degli enzimi antiossidanti del corpo (17, 18, 19).

In questo modo, la curcumina ne eroga una -due pugno contro i radicali liberi. Li blocca direttamente, quindi stimola i meccanismi antiossidanti del corpo.

Riepilogo: La curcumina ha potenti effetti antiossidanti. Neutralizza i radicali liberi da solo, quindi stimola gli enzimi antiossidanti del corpo.

Nel corso della giornata, si credeva che i neuroni non fossero in grado di dividersi e moltiplicarsi dopo la prima infanzia, tuttavia ora è noto che i neuroni sono in grado di formare nuove connessioni, ma in certe aree del cervello possono anche moltiplicarsi e aumentare di numero.

Uno dei principali motori di questo processo è il neurotropico derivato dal cervello Fattore (BDNF), che è un tipo di ormone della crescita che funziona nel cervello (20).

Molti disturbi del cervello comuni sono stati associati a livelli ridotti di questo ormone. Questo include depressione e malattia di Alzheimer (21, 22).

È interessante notare che la curcumina può aumentare i livelli cerebrali di BDNF (23, 24).

In questo modo, può essere efficace nel ritardare o addirittura invertire molte malattie cerebrali e diminuzioni legate all’età nella funzione cerebrale (25).

C’è anche la possibilità che possa aiutare a migliorare la memoria e renderti più intelligente. Ha senso dato i suoi effetti sui livelli di BDNF, ma questo ha sicuramente bisogno di essere testato in studi controllati dall’uomo (26).

Riepilogo: La curcumina aumenta i livelli dell’ormone cerebrale BDNF, che aumenta la crescita di nuovi neuroni e combatte vari processi degenerativi nel cervello.

La curcuma combatte le malattie cardiache

Le malattie cardiache sono il più grande killer del mondo (27).

È stato studiato per molti decenni e i ricercatori hanno imparato molto sul perché accade.

che la malattia cardiaca è incredibilmente complicata e ci sono varie cose che contribuiscono ad essa.

La curcumina può aiutare a invertire molti passaggi nel processo della malattia cardiaca (28).

Forse il principale vantaggio della curcumina quando si tratta di malattie cardiache , sta migliorando la funzione dell’endotelio, che è il rivestimento dei vasi sanguigni.

È noto che la disfunzione endoteliale è un importante fattore di cardiopatia e comporta l’incapacità dell’endotelio di regolare la pressione sanguigna, il sangue coagulazione e vari altri fattori (29).

Diversi studi suggeriscono che la curcumina porti a miglioramenti nella funzione endoteliale. Uno studio mostra che è efficace quanto l’esercizio, un altro mostra che funziona bene come il farmaco Atorvastatin (30, 31).

Ma la curcumina riduce anche l’infiammazione e l’ossidazione (come discusso sopra), che sono anche importanti nelle malattie cardiache .

In uno studio, 121 pazienti sottoposti a bypass di arteria coronaria sono stati randomizzati a placebo oa 4 grammi di curcumina al giorno, alcuni giorni prima e dopo l’intervento.

Il gruppo curcumina ha avuto un calo del 65% rischio di avere un infarto in ospedale (32).

Riepilogo: La curcumina ha effetti benefici su diversi fattori noti per svolgere un ruolo nelle malattie cardiache. Migliora la funzione dell’endotelio ed è un potente agente anti-infiammatorio e antiossidante.

La curcuma aiuta a combattere il cancro

Il cancro è una malattia terribile, caratterizzata da una crescita incontrollata di cellule.

Esistono molte forme diverse di cancro, ma ne esistono diverse aspetti comuni, alcuni dei quali sembrano essere influenzati dalla supplementazione di curcumina (33).

I ricercatori hanno studiato la curcumina come un’erba benefica nel trattamento del cancro. Può influenzare la crescita, lo sviluppo e la diffusione del cancro a livello molecolare (34).

Gli studi hanno dimostrato che può ridurre l’angiogenesi (crescita di nuovi vasi sanguigni nei tumori), metastasi (diffusione del cancro), oltre a contribuire a la morte delle cellule cancerose (35).

Diversi studi hanno dimostrato che la curcumina può ridurre la crescita delle cellule cancerose in laboratorio e inibire la crescita dei tumori negli animali da test (36, 37).

Se ad alte dosi la curcumina (preferibilmente con un potenziatore dell’assorbimento come il pepe) può aiutare a curare il cancro negli esseri umani deve ancora essere testato correttamente.

Tuttavia, ci sono alcune prove che potrebbe aiutare a prevenire il cancro, soprattutto i tumori del digestivo sistema (come il cancro del colon-retto).

In uno studio su 44 uomini con lesioni nel colon che a volte diventano cancerogene, 4 grammi di curcumina al giorno per 30 giorni hanno ridotto il numero di lesioni del 40% (38).

Forse la curcumina sarà usata insieme a trattamenti oncologici del cancro un giorno. È troppo presto per dirlo con certezza, ma sembra promettente e stiamo studiando intensamente mentre parliamo.

Riepilogo: La curcumina porta a diversi cambiamenti a livello molecolare che possono aiutare a prevenire e forse persino a curare il cancro.

La curcuma contro l’Alzheimer

La ​​malattia di Alzheimer è la più comune malattia neurodegenerativa al mondo e una delle principali cause di demenza.

Purtroppo, non esiste ancora un buon trattamento per l’Alzheimer.

Pertanto, impedendo che si mostri in primo luogo è di estrema importanza.

Ci possono essere buone notizie all’orizzonte, poiché la curcumina ha dimostrato di attraversare la barriera emato-encefalica (39).

È noto che l’infiammazione e il danno ossidativo hanno un ruolo nella malattia di Alzheimer. Come sappiamo, la curcumina ha effetti benefici su entrambi (40).

Ma una caratteristica chiave della malattia di Alzheimer è un accumulo di grovigli di proteine ​​chiamati placche di amiloide. Gli studi dimostrano che la curcumina può aiutare a cancellare queste placche (41).

Se la curcumina può davvero rallentare o addirittura invertire la progressione della malattia di Alzheimer deve essere studiata correttamente.

Riepilogo: La curcumina può attraversare il sangue -braina della barriera e ha dimostrato di portare a vari miglioramenti nel processo patologico della malattia di Alzheimer.

I benefici della curcuma contro l’artrite

L’artrite è un problema comune nei paesi occidentali.

Ci sono diversi tipi, ma la maggior parte coinvolge una sorta di infiammazione nel articolazioni.

Dato che la curcumina è un potente anti-infiammatorio, ha senso che potrebbe aiutare con l’artrite. Diversi studi dimostrano che questo è vero.

In uno studio su pazienti con artrite reumatoide, la curcumina era ancora più efficace di un farmaco antinfiammatorio (42).

Molti altri studi hanno esaminato gli effetti della curcumina sull’artrite e noti miglioramenti in vari sintomi (43, 44).

Riepilogo: L’artrite è una malattia comune caratterizzata da infiammazione articolare. Molti studi dimostrano che la curcumina può aiutare a trattare i sintomi dell’artrite ed è in alcuni casi più efficace dei farmaci antinfiammatori.

La curcuma ha benefici anche contro la depressione

La ​​curcumina ha mostrato alcune promesse nel trattamento della depressione.

In uno studio controllato, 60 pazienti sono stati randomizzati in tre gruppi (45).

Un gruppo ha preso il prozac, un altro gruppo ha preso un grammo di curcumina e il terzo gruppo ha assunto sia il prozac che la curcumina.

Dopo 6 settimane, la curcumina ha portato a miglioramenti simili al prozac. Il gruppo che ha assunto sia prozac che curcumina ha ottenuto risultati migliori.

Secondo questo (piccolo) studio, la curcumina è efficace quanto un antidepressivo.

La depressione è anche legata a livelli ridotti di fattore neurotrofico derivato dal cervello e ad un ippocampo restringente , un’area del cervello con un ruolo nell’apprendimento e nella memoria.

La curcumina aumenta i livelli di BNDF, potenzialmente invertendo alcuni di questi cambiamenti (46).

Ci sono anche alcune prove che la curcumina può aumentare i neurotrasmettitori cerebrali serotonina e dopamina (47 , 48).

Riepilogo: Uno studio su 60 pazienti depressi ha dimostrato che la curcumina era efficace quanto il prozac nell’alleviare i sintomi della depressione.

Conclusione

Se la curcumina può davvero aiutare a prevenire le malattie cardiache, il cancro e l’Alzheimer. .. quindi questo avrebbe ovvi benefici per la longevità.

Per questo motivo, la curcumina è diventata molto popolare come integratore anti-invecchiamento (49).

Ma dato che l’ossidazione e l’infiammazione sono ritenute svolgere un ruolo nell’invecchiamento , la curcumina può avere effetti che vanno ben oltre la semplice prevenzione della malattia (50).

Se vuoi acquistare un integratore di curcuma / curcuma, allora c’è un’eccellente selezione su Amazon con migliaia di ottime recensioni dei clienti.

che ne trovi uno con bioperina (un altro nome per piperina), che è la sostanza che aumenta l’assorbimento della curcumina del 2000%.

Senza questa sostanza, la maggior parte della curcumina passa semplicemente attraverso il tratto digestivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *