Infiltrazioni di Acido Ialuronico

Infiltrazioni di Acido Ialuronico

Hai sicuramente sentito parlare delle infiltrazioni di acido ialuronico al ginocchio. Vediamo insieme i benefici di questa tecnica.

Infiltrazioni Acido Ialuronico per atrosi

Le infiltrazioni con acido ialuronico sono utilizzate nel trattamento conservativo dell’artrosi. Questa tecnica prevede l’iniezione intra-articolare di sodio ialuronato. Da allora, studi internazionali e ampie casistiche hanno confermato l’efficacia di questa tipologia di infiltrazioni soprattutto nel trattamento dell’artrosi del ginocchio e dell’anca.

Possiamo quindi prevedere infiltrazioni di acido ialuronico al ginoccio, infiltrazioni di acido ialuronico alla spalla e infiltrazioni di acido ialuronico all’anca

Benefici ed Efficacia

L’acido ialuronico è un componente importante del liquido sinoviale, dove contribuisce a lubrificare l’articolazione e ad attutire gli stress meccanici (funzione lubrificante ed ammortizzante). Inoltre, protegge la cartilagine dalla penetrazione di cellule infiammatorie e dagli enzimi litici che la degradano.

Nei pazienti affetti da artrosi è possibile osservare anche una diminuzione delle proprietà viscoelastiche del liquido sinoviale, associata ad una riduzione della sintesi e del peso molecolare dell’acido ialuronico intra-articolare. Da qui deriva l’utilizzo delle infiltrazioni direttamente nell’articolazione artrosica; di seguito elenchiamo i benefici:

  • attenuazione del dolore, miglioramento della mobilità articolare e prevenzione del degrado cartilagineo con miglioramento delle attività di vita quotidiana
  • effetto antinfiammatorio, con riduzione del versamento intra-articolare
  • ricostruzione dello strato amorfo superficiale della cartilagine
  • aumento della densità dei condrociti (cellule della cartilagine)
  • efficacia clinica per almeno 6 mesi – 1 anno dopo il ciclo di infiltrazioni.

C’è da sottolineare come alcuni medici mettono in guardia dall’eccessiva enfasi nei confronti di questo trattamento. Non tutti gli studi, infatti, concordano sull’efficacia delle infiltrazioni nel trattamento conservativo delle artrosi.

Effetti collaterali delle infiltrazioni

Non esistono, per questa tipologia di trattamento, degli schemi terapeutici standard; in generale, si utilizzano infiltrazioni di 20 mg di acido ialuronico ogni 7 giorni per cinque settimane, da ripetere almeno due volte all’anno. Subito dopo l’infiltrazione il paziente può essere sottoposto ad esercizio terapeutico.

Se effettuate nel rispetto delle regole di asepsi, queste infiltrazioni sono sicure e ben tollerate.

Da evidenziare come l’acido ialuronico viene utilizzato anche come rimedio contro gli inestetismi cutanei come le smagliature. Oltre ai prodotti cosmetici, quali creme, lozioni, filler, l’acido ialuronico può essere assunto anche sotto forma di integratore alimentare via orale. In campo estetico, per combattere le rughe e l’invecchiamento cutaneo, l’acido ialuronico si presenta in siero, dotato di un pratico dosatore in gocce.

Leggi il nostro articolo Rimedi contro le rughe: come eliminarle con rimedi naturali

Hai domande in merito? Non esitare e scrivi nei commenti. Continua a seguirci per ulteriori consigli su Salute e Bellezza.

Serena

Appassionata di bellezza e salute pronta a condividere consigli e dritte. Seguitemi e non ve ne pentirete